Alperia allarga la sua Ingegneria e lancia una nuova iniziativa di innovazione nel mondo idroelettrico

Con l’acquisizione della maggioranza di Hydrodata S.p.A. Alperia mette a segno un’importante operazione in vista del rinnovo delle concessioni idroelettriche. Bolzano sarà anche la futura sede di un importante hub per l’innovazione del mondo idroelettrico ed idrico allargato in cui le competenze di Alperia e di Hydrodata svilupperanno il settore Water 4.0 realizzando un’eccellenza europea.

 

In data odierna è stato sottoscritto l’accordo per la cessione da Intecno S.p.A. ad Alperia S.p.A. del 50,51% delle quote di Hydrodata S.p.A., primaria società di consulenza tecnica del panorama nazionale, impegnata da sempre nello sviluppo e nell’offerta di servizi di ingegneria, consulenza tecnico-economica e ricerca applicata nell’ambito della gestione dell’acqua. L’acquisizione si inserisce nelle iniziative a sostegno del raggiungimento degli importanti obiettivi aziendali previsti dal piano strategico 2020-2024 del Gruppo Alperia.

Hydrodata S.p.A., fondata a Torino nel 1976, nei suoi oltre 40 anni di storia ha acquisito una posizione di riconosciuta leadership nel contesto italiano dei servizi di ingegneria abbinati alla risorsa idrica, con numerose esperienze anche in ambito internazionale. Il valore di Hydrodata risiede, oltre che nella sua consolidata rete relazionale su scala nazionale, nella competenza e capacità produttiva del proprio team di professionisti (che in gran parte sono anche azionisti della società) composto da specialisti, che hanno saputo gestire e sviluppare, nel corso degli anni, oltre 3500 progetti a supporto di Enti, Utilities e privati impegnati principalmente nella gestione dell’acqua.

Con questa acquisizione dall’elevato valore strategico, Alperia guarda al futuro e rafforza la propria struttura interna ed il proprio know-how nell’ambito dei servizi tecnici, con molteplici possibilità di collaborazione e sinergie con Hydrodata, inerenti sia l’ambito dello sviluppo dei propri asset idroelettrici in Alto Adige, sia l’avvio di un nuovo progetto di innovazione e ricerca focalizzato sul mondo dell’acqua.
La collaborazione con Hydrodata consentirà, infatti, ad Alperia di affrontare la partecipazione alle future gare per la riassegnazione delle proprie concessioni idroelettriche in Alto Adige con il supporto di un team di professionisti dotato di grande esperienza ed elevato livello di competenza, in grado di sviluppare soluzioni progettuali avanzate ed innovative sia dal punto di vista tecnico che della sostenibilità ambientale, con ricadute di indubbio valore per tutto il territorio provinciale.

Gli accordi, inoltre, prevedono la creazione di un laboratorio di innovazione tra Alperia e Hydrodata, con sede a Bolzano. Alperia, in questo modo, svilupperà un nuovo settore di innovazione e ricerca per lo sviluppo di progetti inerenti specificatamente la risorsa acqua, da realizzarsi anche attraverso collaborazioni a livello provinciale. Tale progetto si pone l’obiettivo di implementare le attività già avviate da tempo da Alperia nell’ambito del progetto Smart Region, con una nuova iniziativa di R&D incentrata sullo sviluppo di progetti innovativi Water 4.0, con applicazioni dirette sia al settore idroelettrico sia nell’ambito più generale del settore idrico, con particolare focus su tematiche di interesse per realtà ed Enti dell’Alto Adige. 

L’offerta tecnica di Hydrodata è caratterizzata, oltre che dall’elevato livello qualitativo ed innovativo, anche da un alto grado di multidisciplinarità, che costituisce uno dei grandi punti di forza della società. Ciò è dimostrato dalla molteplicità di competenze rappresentate all’interno del proprio team di professionisti, che spazia dall’ingegneria civile e industriale impiantistica e delle costruzioni idrauliche, all’idrologia e idro-ecologia, alla geologia applicata, all’architettura, all’ambiente e alla progettazione paesaggistica, alla consulenza tecnico-economica, alla modellazione numerica e fisica, al monitoraggio idraulico, idrodinamico e idrogeologico.

Oltre ai progetti in collaborazione con Alperia, Hydrodata continuerà ad operare in maniera indipendente sul mercato nazionale ed internazionale dei servizi di tecnici a supporto di Enti ed operatori del settore.
Al 31 dicembre 2019 Hydrodata S.p.A. ha registrato ricavi per oltre 4,4 milioni di Euro, un EBITDA pari a 0,4 milioni di Euro, al 30 giugno i ricavi semestrali sono ammontati a 2,1 milioni di Euro con un EBITDA di periodo pari a circa 0,3 milioni di Euro.

L’investimento per l’acquisizione della partecipazione da parte di Alperia è di 2,2 milioni di Euro.
Il rinnovato consiglio di Amministrazione ha nominato l’Ing. Dieter Theiner, Responsabile Engineering & Consulting del Gruppo Alperia, quale nuovo Amministratore Delegato di Hydrodata S.p.A., che ha così commentato l’operazione: “L’ingresso nel capitale di Hydrodata è un importante tassello per Alperia: il nostro dipartimento di ingegneria interna potrà affiancare alle proprie competenze e know-how  le importanti professionalità ed esperienze di Hydrodata e i prossimi anni rappresenteranno un momento di arricchimento reciproco tra la struttura di Torino e quella di Bolzano. La creazione dell’Hub di innovazione per l’idroelettrico e tutto il settore idrico che realizzeremo nei prossimi mesi a Bolzano, diventerà una eccellenza europea per l’innovazione in un settore che da troppo tempo attendeva una partnership di questo tipo”.

Oltre a Dieter Theiner, Alperia ha nominato la dott.ssa Johanna Vaja e l’Ing. Ivano Fadanelli come suoi rappresentanti nel Consiglio di Amministrazione di Hydrodata, che sarà presieduto dall’Ing. Aldo Porcellana già precedentemente amministratore delegato di Hydrodata.

Dieter Theiner - Responsabile Engineering & Consulting del Gruppo Alperia e Amministratore Delegato di Hydrodata S.p.A.